Questo sito utilizza cookie tecnici per la normale navigazione. Chiudendo il banner, l'utente ne accetta l'utilizzo. Maggiori Informazioni

Comune di Ricadi

 Linguaggio

UFFICIO TRIBUTI - ICP

 


Attivazione Portale al Cittadino per i pagamenti attraverso il sistema PagoPA


Si informano, i Cittadini/Contribuenti che è già attivo, il portale al cittadino del Comune di Ricadi; il link si trova sul sito del comune ed è riconoscibile dal logo ntraNext.

Premesso che l’articolo 5, comma 4, del Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e successive modifiche, denominato “Codice dell’Amministrazione Digitale”, ha portato all’emanazione di un documento indicante le “Linee guida per l’effettuazione dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi”, esse devono adeguare le proprie procedure informatiche e gli strumenti software al fine di consentire l’effettuazione dei pagamenti elettronici, dei Tributi Minori, in accordo con le citate “Linee Guida”.


Tali norme dovranno essere recepite dagli enti interessati, che obbligatoriamente dovranno, a far data dal 31 gennaio 2016 aderire a quanto sopra, consentendo così ai cittadini la fruizione del sistema realizzato da AgID (Agenzia per l’Italia digitale), denominato PagoPA (nodo dei pagamenti).

PagoPA
 è un sistema di regole e strumenti definiti dall'Agenzia per l'Italia Digitale (Presidenza del Consiglio dei Ministri) e accettati dalla Pubblica Amministrazione, dalle Banche, Poste ed altri istituti di pagamento (Prestatori di servizi di pagamento - PSP) aderenti all'iniziativa.

PagoPA garantisce a privati e aziende:


- sicurezza e affidabilità
 nei pagamenti; semplicità e flessibilità nella scelta delle modalità di pagamento;
- trasparenza nei costi di commissione.


PagoPA garantisce alle pubbliche amministrazioni:

certezza e automazione
 nella riscossione degli incassi; riduzione dei costi e standardizzazione dei processi interni; semplificazione e digitalizzazione dei servizi.

Il Nodo dei Pagamenti, permette a cittadini e imprese di:

  • scegliere il prestatore del servizio di pagamento (operatore finanziario);
  • scegliere tra più strumenti di pagamento;
  • scegliere il canale tecnologico di pagamento preferito;
  • conoscere preventivamente i costi massimi dell’operazione da effettuare;
  • avere garanzia della correttezza dell’importo da pagare;
  • ottenere immediatamente una ricevuta con valore liberatorio.

Il sistema permette alle Pubbliche Amministrazioni di:
  • velocizzare la riscossione degli incassi, ottenendone l’esito in tempo reale, potendo effettuare la relativa riconciliazione in modo certo e automatico;
  • ridurre i costi e ottimizzare i tempi di sviluppo delle nuove applicazioni online;
  • eliminare la necessità di stipulare specifici accordi con i prestatori di servizi di riscossione.

Il modulo Pago@PA della Suite EntraNext rende disponibile l’integrazione completa fra le Entrate gestite in EntraNext e il Nodo dei Pagamenti.


In altre parole, i contribuenti potranno saldare gli avvisi di pagamento
tramite il Portale al Cittadino di EntraNext, dove troveranno già caricata la propria posizione debitoria, oppure tramite qualunque canale bancario e postale integrato col Nodo dei Pagamenti.
Si tratta quindi di un’integrazione che soddisfa le specifiche di interazione descritte nelle linee guida AgID con l’indicazione “
Modello 1” e “Modello 3” (ovvero il nuovo bollettino postale 896PA).

Come funziona il Portale del Cittadino Modello 1: prima di tutto bisogna cliccare nel link ntraNext inserito nel sito istituzionale del comune di Ricadi, il sito ci guiderà nell’area riservata dove bisognerà inserire utente e password (se non si è ancora registrati, seguire le istruzioni ed accreditarsi) oppure si può scegliere di accedere tramite SPID (sistema pubblico d’identità digitale).

Il contribuente /cittadino entrerà quindi, nel proprio “cassetto fiscale comunale”, dove in esso avrà la possibilità di fruire di varie servizi:
  • visualizzare la propria anagrafica ed eventualmente correggerla o aggiornarla;
  • visualizzare l’intero fascicolo, costituito da documenti di pagamento (avvisi, fatture, solleciti, multe, ingiunzioni…) e documenti relativi ai contributi erogati dall’Ente al Contribuente;

Per ogni documento si avrà la possibilità di:

  • Visualizzare una maschera riepilogativa con tutti gli elementi di dettaglio del documento
  • Visualizzare il documento in formato PDF
  • Stampare o ristampare una copia del bollettino 896PA nell’eventualità si volesse effettuare il pagamento presso un Ufficio Postale
  •  Effettuare un versamento spontaneo (Tassa di Soggiorno, Servizio mensa scolastica, …)

È possibile aggiungere al carrello dei pagamenti le posizioni a debito non ancora saldate, tale operazione, in conformità con quanto previsto dalle linee guida AgID, prevede la possibilità da parte del contribuente di selezionare il Prestatore di Servizi Finanziari (PSP) per lui più conveniente.
Nell’elenco dei PSP viene riportata anche la commissione massima che il PSP può richiedere al contribuente

È possibile scegliere fra addebito diretto in conto corrente (scegliendo un PSP presso il quale si possiede un conto corrente) e pagamento con Carta di Credito, Bancomat o Carta prepagata
.

I pagamenti, denominati in autoliquidazione (IMU..) non rientrano in tale normativa e quindi non possono essere pagati attraverso questo canale, ma dovranno essere versati esclusivamente con F24.


Tutti gli Uffici del Comune: Tributi, Tecnico, Polizia Municipale, …, inseriranno i vari ruoli (Idrico, Tari, Cosap, Icp…) pagamenti agibilità, permessi a costruire, multe, ..., sul portale al cittadino
ntraNext; arriveranno comunque a casa tutti gli avvisi e/o notifiche di accertamenti.

Il contribuente può decidere di pagare con:
  • il nuovo bollettino postale 896PA  recapitato a casa;
  • entrare nel proprio cassetto fiscale e scegliere la fattura/avviso da pagare con: bonifico bancario o Bollettino postale on-line (cioè addebito diretto sul Conto Corrente) oppure con Carte di Credito, Carta di Debito (Bancomat) o Carta Prepagata;

Scegliendo la prima opzione di pagamento online, si avrà la possibilità di selezionare tramite un elenco di Banche, abilitate a questo strumento di pagamento; per ognuna di esse viene indicata la commissione che ogni istituto chiede per effettuare il pagamento. Ovviamente si sceglierà la banca presso la quale si possiede il conto corrente per poter effettuare L’ADDEBITO DIRETTO IN CONTO.

Con la seconda invece, anche qui, sarà proposto un elenco di Banche o gestori di Carte di Credito con le varie commissioni che ognuna di esse chiede per effettuare l’operazione, sarà quindi il contribuente a scegliere quale preferire.

Qualunque sia il pagamento scelto, una volta che l’operazione è andata a buon fine, sarà rilasciata la relativa ricevuta liberatoria.


Informazione rivolta esclusivamente alle strutture turistiche e ai cittadini che danno in affitto appartamenti privati ad uso turistico, per la stagione estiva 2017 la dichiarazione ed il pagamento andranno effettuati sempre entro il 15° giorno del mese successivo, ma mentre la dichiarazione sarà sempre inviata con il programma STAY TOUR, il pagamento dovrà essere effettuato ESCLUSIAMENTE tramite il
portale al cittadino, effettuando UN VERSAMENTO SPONTANEO dell’importo da versare (importo che già si conosce avendolo dichiarato nello stay tour).

Ultima fase è quella già descritta, inserire l’importo nel carrello e scegliere la modalità di pagamento:

  • Bonifico bancario o Bollettino postale on-line (cioè addebito diretto sul Conto Corrente)
  • Carte di Credito, Carta di Debito (Bancomat) o Carta Prepagata;
  • Generazione del bollettino postale 896PA (attraverso la funzione PAGA DOPO) per coloro i quali preferiscano pagare in tabaccheria o alla posta.

Da quanto descritto, si può concludere affermando che, con l’introduzione del PagoPA, si dà al cittadino/contribuente la possibilità di poter sceglie la modalità di pagamento e nel contempo di scegliere l’istituto di pagamento, usufruendo di un servizio online fruibile in ogni momento e da qualsiasi parte del mondo, per tenere sotto controllo la propria posizione tributaria comunale.

Per quanto riguarda invece l’ente, avrà contezza immediata dei pagamenti effettuati dai contribuenti, potendo così rendicontare in tempo reale gli incassi quindi
reportistica dinamica su tutti gli aspetti della rendicontazione (emesso, accertato, suddivisione dell’incassato per accertamento contabile, insoluti, …) evitando così di inviare solleciti, per mancati pagamenti a contribuenti che, invece hanno versato, ma non si ha riscontro dell’avvenuto pagamento.

Sicuri di avere fatto cosa gradita, si porgono cordiali saluti.







Accesso Area Riservata

Immettere le proprie credenziali per accedere